Dai dati alla clinica: il progetto QuADRO in Regione Campania

Ettore Novellino,
Direttore CIRFF (Centro Interdipartimentale di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione
Direttore Dipartimento di Chimica farmaceutica e tossicologica Università degli Studi di Napoli “Federico II”


Attualmente si parla sempre più di Clinical Governance quale insieme di regole, processi e comportamenti volti ad influenzare il modo in cui un’organizzazione eroga l’assistenza sanitaria. L’obiettivo della Clinical Governance è quello di migliorare la qualità dei servizi e salvaguardare gli elevati standard assistenziali.

Presupposto irrinunciabile risulta essere l’agire secondo una logica di Disease Management. Il Disease Management, infatti, è un modello di erogazione delle cure basato sull’integrazione dei professionisti e volto a ottimizzare l’utilizzo complessivo delle risorse destinate alla malattia. Attraverso l’interazione tra i vari attori coinvolti esso indirizza il percorso assistenziale su obiettivi comuni realizzando la gestione integrata del paziente.

In un’ottica di Clinical Governance, inoltre, al fine di valutare i risultati clinici ed organizzativi relativi alla qualità dell’assistenza erogata, risulta essere di fondamentale importanza l’utilizzo di database informatizzati contenenti informazioni cliniche, gestionali ed economiche. Infatti, l’utilizzo dei database consente sia di descrivere in modo articolato i profili clinici e prescrittivi che di identificare i pazienti per i quali, alla luce degli obiettivi dell’attività, si pone la necessità di un approfondimento.

Tali database derivano, in particolare, da due tipologie di fonti: archivi amministrativi e archivi clinici.


Continua a leggere in Pdf

Torna all’indice


©2021 TendenzeNuove.it - Passoni Editore srl

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti