Terapie dell’infezione da HIV in Italia: farmacoutilizzazione e stima delle necessità terapeutiche appropriate

Cristina Bosetti1, Paolo Bonfanti, Leonardo Calza, Antonella Castagna, Anna Maria Cattelan, Giuliano Rizzardini, Giuseppe Forastieri


L’assistenza rivolta alle persone con infezione da HIV costituisce un Livello Essenziale di Assistenza (LEA) così come riportato nell’allegato 1 al DPCM 29 novembre 2001 “Definizione dei Livelli essenziali di assistenza”.

Questo livello di attenzione costituisce una presa d’atto delle IstituzioniSanitarie Nazionali che l’infezione da HIV rappresenta e continuerà arappresentare ancora a lungo un elevato onere socio sanitario.Il Burden Of Illness (BOI), termine traducibile in italiano come “onere della malattia”, è di solito utilizzato per indicare sia l’onere causato direttamenteal singolo paziente (e alla sua famiglia), sia l’onere che la malattia arreca alla comunità di appartenenza del paziente.

Concorrono a determinare il BOI il Burden Clinico (gli aspetti di naturamedica finalizzati a fornire un quadro completo della patologia oggetto di valutazione e del suo impatto sul singolo paziente o su una data popolazione),il Burden Umanistico (il carico soggettivo legato a una malattia:generalmente misurato come riduzione della Qualita della Vita (Quality ofLife, QoL) e il Burden Economico (impatto dei costi diretti e indiretti neidiversi stadi di severità e nelle diverse fasi della malattia). L’impatto dell’infezione da HIV in Italia per l’anno 2012, in termini diretti di costi a carico del SSN, è compreso tra € 970 milioni e € 1,29 miliare di per anno, rispettivamente lo 0,9% e l’1,2% del finanziamento del SSN per il 2012. Lo stesso impatto percentuale si ha sul finanziamento indistinto dei LEA sempre nello stesso periodo (Di Nardo, 2014).

Agli inizi del 2016 la Fondazione Smith Kline ha costituito il gruppo di lavoro “Trattamento dell’infezione da HIV in Italia: farmacoutilizzazione e stima delle necessità terapeutiche appropriate”. Composto da un panel di medici infettivologi esperti di clinica e ricerca in HIV, il gruppo si proponedi analizzare l’utilizzo attuale (attraverso l’analisi delle DDD (defineddaily) dose per classe terapeutica e per molecola) dei farmaci antiretrovirali (ARV) in Italia, e confrontarlo con il bisogno terapeutico teoricocalcolato attraverso le stime epidemiologiche e l’utilizzo appropriato pertipologia di paziente e fase di cura, come definito sulla base dei riferimentidisponibili in letteratura e mediante pareri condivisi.Fase finale dell’attività sarà la costituzione di un Delphi panel compostodalle funzioni professionali coinvolte direttamente e indirettamente nell’assistenza rivolta alle persone con infezione da HIV e da rappresentantidi queste ultime.

Il panel, il più posssibile rappresentativo delle varierealtà territoriali italiane, discuterà gli argomenti proposti e giungerà alladefinizione di statement condivisi a livello nazionale.Seguirà la comunicazione e la discussione di questi ultimi nell’ambito di unaplatea allargata di clinici, Patient Advocacy Group (PAG), decisori istituzionali.


Continua a leggere in Pdf
Torna all’indice


©2021 TendenzeNuove.it - Passoni Editore srl

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti