Il ruolo del medico di medicina generale nell’applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive

Gaetano D’Ambrosio,
Medico di medicina generale, Bisceglie (BA)


Il recente documento della regione Puglia relativo ai percorsi assistenziali delle patologie bronco-ostruttive attribuisce un ruolo rilevante al Medico di Medicina Generale (MMG).

Questa figura professionale, infatti, opera in un contesto ideale per poter identificare e valutare i soggetti a rischio ed i soggetti sintomatici con malattia in fase iniziale. Inoltre, grazie ai frequenti contatti diretti o indiretti, è nelle migliori condizioni per seguire il paziente già inquadrato sostenendone l’aderenza ai controlli e alla terapia e verificando periodicamente l’appropriatezza degli interventi.

Infine, se inserito in un contesto organizzativo adeguato, il MMG può attuare interventi di medicina di iniziativa che consentano di implementare efficacemente i percorsi di cura. Diverse esperienze hanno documentato come la gestione della BPCO, anche in Puglia, sia gravata da una sotto-diagnosi e da un difetto di appropriatezza degli interventi non trascurabili, circostanze che rendono l’impegno del MMG ancora più indispensabile.


Continua a leggere in Pdf

Torna all’indice

©2021 TendenzeNuove.it - Passoni Editore srl

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti