La broncopneumopatia cronica ostruttiva: esperienza del progetto strategico

Anna Maria Moretti,
Direttore SC Malattie Apparato Respiratorio – Policlinico-Bari


La BPCO rappresenta un grosso carico socio-sanitario in tutti i Paesi del mondo, pur essendo una patologia largamente prevenibile. Se oggi le malattie dell’apparato respiratorio rappresentano nel loro insieme la terza causa di morte (“The Global Burden of Disease Study“) si stima che nel 2020 la BPCO sarà la terza causa di morte e la quinta causa di invalidità.

La limitata diffusione dei sistemi diagnostici (spirometria) è la causa della sottostima della malattia e dei relativi costi di gestione. Le riacutizzazioni hanno un notevole impatto sulla qualità della vita del paziente e sulla evoluzione della malattia e determinano un frequente ricorso alle strutture sanitarie.

I programmi di riabilitazione respiratoria devono essere considerati parte integrante del trattamento con l’obiettivo di ridurre i sintomi, di attenuare la “disability” e di migliorare la qualità della vita. In considerazione di tali problematiche, nel 2006 il Ministero ha pubblicato un bando per Progetti di ricerca finalizzata ex art.12 del D.Lgs. 502/92 sulle “Malattie Respiratorie croniche: BPCO”.


Continua a leggere in Pdf

Torna all’indice


©2021 TendenzeNuove.it - Passoni Editore srl

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti